RSe Rilevazione Simmetrica di eventi La CITTA’ SICURA

La tecnologia RSe® consente l’attuazione di una rete diffusa di Sicurezza a COSTO ZERO per la P.A.

LO SCOPO RAGGIUNTO:

  • Attribuire ad ogni reato il nome di un colpevole e dei suoi fiancheggiatori
  • Disporre di uno strumento dalla valenza sia preventiva che repressiva rispetto ad episodi di Micro e Macro criminalità.
  • Tutelare appieno il diritto alla privacy dei Cittadini .
  • Sollevare la Pubblica Amministrazione da tutti i costi di acquisto e di gestione degli impianti di videosorveglianza.
  • Accorciare i tempi ed i costi della Giustizia fornendo prove certe e incontrovertibili in caso di indagine.
  • Attuare un possibile “Monitoraggio virtuale” sul territorio senza dispiegamento di pattuglie.
  • E’ una soluzione Privacy by Design

LA PRIMA SOLUZIONE di SICUREZZA PARTECIPATA CON TELECAMERE A ZERO IMPATTO PRIVACY

INFORMAZIONI PUNTUALI E RISERVATE
Esiste una problematica ad oggi irrisolta nella disposizione massiva di telecamere puntate sul Territorio. Si ingenera infatti una sensazione di Stato di Polizia nel quale il Cittadino vive nel dubbio che ogni suo movimento possa avere uno o più spettatori, ancorché appartenenti alle Forze dell’Ordine ma senza che questo attenui il disagio. Applicando le telecamera dotate di tecnologia RSe le registrazioni saranno custodite all’interno della stessa struttura che le raccoglie salvo essere trasferite al Centro di Controllo, o acquisite direttamente in loco, esclusivamente in caso di indagine. Le registrazioni acquisite, sia che si tratti del trasferimento attraverso un device quale chiavetta o disco USB piuttosto che un trasferimento di Rete, viaggeranno in un formato assolutamente sicuro essendo crittate. Un’eventuale intercettazione o sottrazione non potrà avere alcun effetto.

LA TECNOLOGIA
Le telecamere contrassegnate dal marchio RSe sono le uniche dotate al proprio interno della tecnologia RSe soluzione realizzata nel rispetto del dettato della Privacy by Design.
La cifratura all’interno delle telecamere RSe è l’unica soluzione in grado di offrire la garanzia che la cifratura non venga aggirata, ad esempio attraverso un reset del firmware. Il tentativo di by-pass della cifratura corrisponde alla distruzione dell’hardware e solo con questa tecnologia si può attestare che neppure per un istante esiste un’immagine compiuta e intellegibile, argomento irraggiungibile per chi tentasse di riprodurre la soluzione adottando cifrature software a valle della cattura di immagini.
Le chiavi di cifratura/decifratura sono generate in totale autonomia dal dispositivo di raccolta e, una volta configurato il sistema, nessun intervento umano al di fuori di quelli previsti sarà possibile..
Questo supera tutte le obiezioni derivanti dalla vecchia tecnica della distribuzione delle chiavi su soggetti distinti, questo infatti non esclude la possibilità che i diversi Attori possano essere chiamati o coercizzati nel mettere a disposizione le proprie credenziali per ottenere la visualizzazione delle registrazioni.

RICONOSCIMENTI
L’inventore dalla soluzione RSe ha visto presentata la sua soluzione al Ministero della Difesa USA da parte dell'organizzazione canadese Privacy by Design la quale, dopo averne valutato le funzionalità anche dal punto di vista tecnologico, l'ha giudicata un esempio di Soluzione rispondente al loro Dettato. La soluzione è in avanzata fase attuativa su svariati Comuni italiani.
Il Garante per la Protezione dei Dati Personali ha giudicato la soluzione, così come è stata attuata, rispondente alla normativa

TERRITORIO
L’adozione della tecnologia RSe rappresenta la soluzione al problema della sicurezza nelle Città sempre più afflitte da furti, aggressioni, rapine e molto altro.
Disporre telecamere RSe da parte del privato, aziende negozi o semplici abitazioni, rivolte sul suolo pubblico costituirà l’attuazione di una rete di videosorveglianza diffusa e sicura, in quanto cifrata, che permetterà di ricostruire le dinamiche di ogni atto criminoso che si dovesse svolgere sul territorio senza nel contempo incidere sulla privacy del Cittadino nella sua vita di tutti i giorni.
Solo le Forze dell’Ordine, infatti, potranno avvalersi delle registrazioni depositate localmente laddove la telecamera RSe opera. Si supera così l’obiezione di attuare un Grande Fratello e contemporaneamente si raggiungerà la certezza di individuare i responsabili di un atto criminoso. Sarà a quel punto attiva una Rete di videosorveglianza in grado di individuare le dinamiche di qualsiasi accadimento delittuoso, già dalla sua origine. Infatti è noto che l’azione delittuosa viene compiuta il più delle volte mascherati ma la mascheratura avviene nelle vicinanze del luogo eletto ad obiettivo, non certo quando il malvivente esce dal suo rifugio o quando vi fa ritorno.
Tutte le telecamere presenti sul territorio dispongono di una connessione secondaria, sempre cifrata, che ne permette la consultazione “live” da parte delle Forze dell’Ordine. La visione delle immagini è consentita previa autenticazione da parte dell’Agente al fine di evitare invasioni ingiustificate nella sfera privata delle persone.
E’ solo grazie alle modalità attuative della tecnologia RSe che si rende possibile l’inquadratura del Suolo Pubblico da parte del privato. La Norma, in tutti gli altri casi, impone che le telecamere siano disposte ad inquadrare esclusivamente le strette competenze (ingressi e recinzioni) della proprietà limitando al minimo l’inquadratura del marciapiede o, peggio, della sede stradale.