LWT: LEGAL WORK TRACKING

TRACCIATURA LEGALE DEGLI ACCESSI AI FILE E DELLE NAVIGAZIONI WEB

OBIETTIVO LWT:

  • Verificare chi ha avuto accesso a File o Cartelle e su queste quali operazioni ha effettuato, se una semplice lettura, una cancellazione, una modifica o uno spostamento. La soluzione garantisce a qualsiasi azienda strutturata di risalire all’artefice di ogni operazione sui dati e comprovare legalmente l’originalità della traccia raccolta al fine di perseguire eventuali abusi.
  • Permettere all’Azienda che mette a disposizione la connessione internet ai propri Dipendenti di difendersi nel caso in cui un utilizzo malevolo o maldestro di questa configuri un Reato per il quale, in assenza di prove che ne identifichino l’autore,sarà chiamata a rispondere. Nei casi più gravi la Legge impone la confisca delle apparecchiature coinvolte.

IL NUOVO
applicando le Legal Work Tracking Protocollo RSe alla propria Rete sarà possibile ottenere due risultati: Proteggersi da tentativi di accesso e manipolazione/distruzione di dati aziendali tracciando ogni attività svolta dagli utenti e immagazzinando i Log così ottenuti nella modalità consentita dal Protocollo RSe di assoluta immodificabilità in modo tale che questi possano essere utilizzati in Giudizio senza che possa essere opposta l'obiezione di avvenuta manipolazione. Dare ai propri Dipendenti tutta la libertà di navigazione necessaria per il puntuale svolgimento delle attività loro affidate ma anche per l’utilizzo dello strumento aziendale nei momenti di pausa per propria ricreazione. Qualora di questa opportunità qualcuno dovesse farne un uso improprio sarà però possibile individuare l’artefice anche a ritroso nel tempo. In caso di abuso che veda messa a repentaglio l’Azienda titolare delle apparecchiature utilizzate per le sue attività Il Magistrato (e solo lui) potrà consultare i tracciati di navigazione aziendali storicizzati e verificare da quale Utente sia derivata l’azione malevola. L’Azienda sarà salvaguardata e con essa tutti gli Operatori coscienziosi.

LA PREMESSA:
1) Per un’azienda è vitale potere risalire all’autore di una o più operazioni su file o cartelle se queste vengono effettuate con l’intento di acquisire o distruggere informazioni o dati a lui non destinati. Accedere malevolmente a risorse condivise non destinate a quell’Utente fa sì che questi possa acquisire informazioni sensibili quali: progetti (know-how), listini, sconti, liste clienti e fornitori, informazioni amministrative e contabili o, nel caso del dipendente di un Istituto bancario, conoscere lo stato patrimoniale di ciascun cliente.

2) Tutte le soluzioni di Regolazione e Controllo delle navigazioni Web dispongono di un modulo in grado di analizzare e tracciare tutte le attività svolte dagli utenti sulla Rete internet. Questo tipo di attività è oggi reso possibile dall’entrata in vigore del Jobs Act che considera questa tipologia di controllo a distanza del lavoratore lecito. L’aspetto che lo stesso decreto ha evidenziato è l’indispensabile salvaguardia della Privacy del lavoratore che non deve essere violata. Un controllo di questo tipo permette ad un terzo di venire a conoscenza di “Dati Sensibili” dell’Interessato essendo questi, ad esempio, facilmente desumibili dalla tipologia dei siti visitati.

LA TECNOLOGIA
La Legal Work Tracking Ant@res® può essere fornita indifferentemente sotto forma di Appliance, dimensionata opportunamente a seconda della quantità di dati che sarà chiamata a gestire e per quanto tempo i dati raccolti si desidera vengano conservati, o in formato Virtuale applicabile a qualsiasi Server già esistente sulla Rete da individuarsi tra quelli che possano rispondere alle stesse esigenze di potenza di calcolo e di capacità di memorizzazione.

RICONOSCIMENTI
Ant@res® ha visto presentata la sua soluzione nell'Agosto 2013 al Ministero della Difesa USA da parte dell'organizzazione canadese Privacy by Design la quale, dopo averne valutato le funzionalità anche dal punto di vista tecnologico, l'ha giudicata un esempio di Soluzione rispondente al loro Dettato. La società è oggi diventata Ambassador Organization of Privacy by Design, unica in Italia ed una delle 34 al Mondo.