LMA: LEGAL MAIL ARCHIVER

TRACCIATURA LEGALE CON CERTIFICAZIONE DI ORIGINALITA’ DI TUTTE LE EMAIL

L'obiettivo di LMA è:

  • Certificare tutte le e-mail generate da tutti gli utenti indifferentemente dalla casella di posta impiegata.
  • Conservare anche nella posta certificata il nome scelto quale dominio aziendale senza snaturarne l’originalità e quindi il family feeling
  • Opporre prova certa e legalmente valida circa l’effettivo contenuto di una e-mail inviata e dei suoi allegati, in caso di contestazione da parte del destinatario, a livello mondiale senza limiti di territorialità.
  • Opporre prova certa e legalmente valida circa l’effettivo contenuto di una e-mail ricevuta e dei suoi allegati, in caso di contestazione da parte del mittente, a livello mondiale senza limiti di territorialità.
  • Certificare l’avvenuta spedizione di una e-mail da qualsiasi indirizzo di posta aziendale
  • Potere eleggere una cerchia di destinatari verso i quali gli invii di posta produrranno anche una certificazione di avvenuta ricezione
  • Tenere traccia di tutto il traffico di posta elettronica aziendale in ingresso ed in uscita nel rispetto della privacy degli utenti e delle Leggi che tutelano i diritti dei lavoratori.

IL TEMA:
La possibilità che una e-mail venga contestata dal destinatario costituiva sino ad oggi un problema risolvibile solo con l’utilizzo della PEC. Questo con una serie di limiti dovendo far transitare tutta la posta elettronica attraverso questa sia in ingresso che in uscita, che la PEC sottoscritta sia di tipologia 2 o 3 (certificazione del contenuto) e la corrispondenza avvenga esclusivamente sul territorio italiano e verso Utenti dotati a loro volta di PEC. La possibilità che ogni utente invii mail non disconoscibili e dal valore legale, oltre a poter certificare l’effettivo contenuto di quanto ha rinviato o ricevuto, può segnare una svolta nel modo di gestire la posta elettronica. La tecnologia LMA si basa su Tecnologia RSe®

LA SOLUZIONE:
Adottando la tecnologia LMA (Legal Mail Archiver) si otterrà il risultato di disporre di prova certa in Giudizio nel caso in cui il contenuto di una e-mail, sia in uscita che in ingresso e sia nel testo che negli allegati, possa essere disconosciuto da parte del destinatario/mittente. Nel contempo si potrà disporre di tutto lo storico delle e-mail inviate e ricevute da parte di tutti gli utenti in azienda allo scopo di far luce su eventuali abusi che possano essere stati commessi utilizzando le infrastrutture aziendali senza con questo violare le Norme e Leggi che tutelano la privacy e la riservatezza dei lavoratori.

CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO LMA

  • Applicabilità a qualsiasi dominio mail già attivo
  • Certificazione nativa della immodificabilità del contenuto
  • Certificazione nativa del mittente qualificato
  • Certificazione dell’avvenuto invio sul server remoto
  • Invio automatico del Report di ritorno di avvenuta consegna dal server remoto qualificato
  • Applicabile ad un numero illimitato di indirizzi per dominio
  • Legalmente valida anche nelle comunicazioni internazionali
  • Legalmente valida anche verso destinatari privati
  • Totalmente gestibile con strutture presso il cliente finale
  • Viene certificato il server mittente per essere federativo per il dominio
  • Applicabile a posta in uscita e in ingresso
  • Valorizzazione attraverso certificazione del contenuto
  • Valorizzazione attraverso certificazione dei log di invio
  • Utilizzabile con i canonici software client
  • Dotazione nativa di Antivirus - Antispam - Antiphishing e sistemi di filtraggio evoluti
  • Nativamente soggetta a backup
  • Eleva la autorevolezza verso i terzi del dominio e posta aziendale

La Legge 185/09 art.16 comma 6 L’utilizzo obbligatorio della PEC è stato sancito con il decreto n.185 del 29 novembre 2008 quale attesta che le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata domanda di iscrizione al registro delle imprese. Detto questo però è necessario riportare alcuni dati di fatto, importanti.

  • Come detto il decreto legge n. 185 del 29 novembre 2008 stabilisce che le imprese costituite in forma societaria sono tenute ad indicare al registro delle imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata;
  • La conversione in legge del suddetto decreto 185 (datata 28 gennaio 2009 Art.16 comma 6) stabilisce che le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell'invio e della ricezione delle comunicazioni e l'integrita' del contenuto delle stesse, garantendo l'interoperabilità con analoghi sistemi internazionali.
  • La PEC è una realtà del tutto italiana non è riconosciuta dalla comunità europea. Citando Massimo Penco (presidente dell’Associazione Cittadini di Internet) possiamo aggiungere che “Nessuno stato al mondo ha sentito il bisogno di creare un sistema simile alla PEC che rimane uno “standard italiano”.

In pratica:La PEC NON è obbligatoria, per nessuno, sia esso soggetto giuridico oppure persona fisica privata, è obbligo invece dotarsi di un mezzo in grado di garantire la certificazione legale di invio e di ricezione di una comunicazione ufficiale via email.

NELLE VERSIONI : APPLIANCE VIRTUALIZZATA CLOUD SERVICE